Presentare la dichiarazione TARI

Presentare la dichiarazione TARI

Con la dichiarazione TARI il contribuente mette a conoscenza il Comune di quelle variazioni, oggettive o soggettive, da cui consegue un diverso ammontare dell’imposta dovuta. La TARI infatti non viene applicata automaticamente sulla base dell'espletamento delle pratiche anagrafiche, ai fini dell'applicazione della tassa occorre presentare apposita dichiarazione indicando:

  • l'inizio, la variazione o la cessazione dell’utenza
  • la sussistenza delle condizioni per ottenere agevolazioni o riduzioni
  • il modificarsi o il venir meno delle condizioni per beneficiare di agevolazioni o riduzioni.

La dichiarazione deve essere presentata:

  • per le utenze domestiche, nel caso di residenti dall'intestatario della scheda di famiglia
  • per le utenze non domestiche, dal legale rappresentante della ditta o società che occupa i locali
  • per gli edifici in multiproprietà e per i centri commerciali integrati, dal gestore dei servizi comuni.

Sono comunque valide le dichiarazioni TARSU/TIA/TARES già presentate e registrate in banca dati, salvo intervenute variazioni. Se non intervengono cambiamenti la dichiarazione vale anche per gli anni successivi.

Approfondimenti

Dichiarazione TARI per utenze domestiche

Le utenze domestiche residenti non sono tenute a dichiarare il numero dei componenti la famiglia anagrafica e la relativa variazione.

La dichiarazione di inizio dell’occupazione deve essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui ha avuto inizio.

La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi, pertanto non deve essere periodicamente presentata, se non subentrano variazioni dei dati e degli elementi dichiarati da cui consegua un diverso ammontare della tassa dovuta. Il contribuente deve, in tal caso, presentare apposita dichiarazione di variazione.

Qualsiasi variazione della dichiarazione originale (cambi di indirizzo e ogni variazioni ad esclusione di quelle riguardanti il numero dei residenti) deve essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui si è verificata.

Il contribuente deve anche comunicare la cessata occupazione degli immobili. La dichiarazione di cessazione deve essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui è avvenuta. Sono ammesse dichiarazioni oltre tale termine esclusivamente se corredate da documentazione che comprovi la data dichiarata.

La dichiarazione per le utenze domestiche deve essere presentata:

  • in caso di residenti, dall’intestatario della scheda di famiglia
  • in caso di non residenti, dall’occupante a qualsiasi titolo

Il contribuente è tenuto a dichiarare le persone non facenti parte del nucleo familiare anagrafico ma dimoranti nell'utenza per almeno sei mesi, anche non consecutivi, nell'anno solare.

ATTENZIONE: la dichiarazione per ottenere la sostituzione da parte del Comune nel pagamento della TARI per i nuclei familiari numerosi o per ottenere il contributo al pagamento della TARI per difficoltà economiche deve essere presentata entro il 31 dicembre di ciascun anno.

Dichiarazione TARI per utenze non domestiche

La dichiarazione di inizio dell’occupazione deve essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui ha avuto inizio.

La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi, pertanto non deve essere periodicamente presentata, se non subentrano variazioni dei dati e degli elementi dichiarati da cui consegua un diverso ammontare della tassa dovuta. Il contribuente deve, in tal caso, presentare apposita dichiarazione di variazione.

Qualsiasi variazione della dichiarazione originale (es. cambi di indirizzo, cambi di destinazione delle superfici ecc.) deve essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui si è verificata.

Il contribuente deve anche comunicare la cessata occupazione degli immobili. La dichiarazione di cessazione deve essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui è avvenuta. Sono ammesse dichiarazioni oltre tale termine esclusivamente se corredate da documentazione che comprovi la data dichiarata.

La dichiarazione deve essere presentata:

  • per le utenze non domestiche, dal soggetto legalmente responsabile dell’attività che in esse si svolge
  • per gli edifici in multiproprietà e per i centri commerciali integrati, dal gestore dei servizi comuni.
Ultimo aggiornamento: 13/09/2018 09:20.32