Chiedere il permesso per la circolazione e la sosta di veicoli per il trasporto dei disabili

Chiedere il permesso per la circolazione e la sosta di veicoli per il trasporto dei disabili

Le persone con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta possono chiedere una autorizzazione per circolare nelle zone a traffico limitato (ZTL) e sostare nei parcheggi riservati.

Per capacità di deambulazione sensibilmente (notevolmente/in modo rilevante) ridotta si intende la capacità/possibilità di percorrere a piedi solo poche decine di metri. Il certificato medico attestante la situazione di invalidità deve essere chiesto alla ASL di residenza.

Possono chiedere direttamente il contrassegno speciale agli uffici comunali competenti, mediante la sola esibizione del verbale della Commissione di Invalidità Civile, i cittadini che rientrino in una delle seguenti condizioni:

  • titolari di invalidità civile con indennità di accompagnamento per impossibilità a deambulare
  • titolari di invalidità civile con indennità di accompagnamento per impossibilità a svolgere gli atti quotidiani della vita per disabilità riguardanti la sfera psico-intellettiva
  • titolari di riconoscimento di cecità assoluta o parziale (visus non correggibile = o < di 1/20).

Essere riconosciuto invalido/portatore di handicap non da diritto automaticamente ad ottenere il contrassegno speciale.

In caso di utilizzo, Il contrassegno deve essere esposto, in originale, nella parte anteriore del veicolo in modo che sia chiaramente visibile per i controlli. Solo l’esposizione sul parabrezza anteriore del contrassegno invalidi autorizza la concessione delle particolari agevolazioni riconosciute dalla legge per la circolazione e la sosta. Per questo motivo il veicolo sprovvisto del contrassegno non è mai autorizzato a usufruire delle deroghe previste e sarà sanzionato di conseguenza. Inoltre non è possibile presentare successivamente il contrassegno, con la dichiarazione del titolare, per ottenere un annullamento del verbale

ATTENZIONE: il transito e la sosta ZTL possono essere limitati e/o vietati anche ai veicoli al servizio dei titolari del contrassegno invalidi in base alla normativa vigente in ogni comune.

In caso di decesso dell'invalido e scadenza dell’autorizzazione il contrassegno deve essere restituito al personale del Servizio mobilità.

In caso di trasferimento l’Ufficio provvederà alla riconsegna del certificato medico che, se ancora valido, potrà essere utilizzato per presentare nuova richiesta di autorizzazione/contrassegno al Comune di nuova residenza.

Approfondimenti

Il contrassegno europeo per disabili

Dal 15 settembre 2012 è in vigore  in Italia il nuovo contrassegno di parcheggio per disabili "europeo" che consentirà anche ai cittadini italiani, dotati dei previsti requisiti, di ottenere il rilascio di un contrassegno che ne agevoli la loro mobilità stradale in tutti i paesi dell'Unione Europea.

I requisiti che il possessore del nuovo contrassegno deve avere restano principalmente gli stessi: capacità di deambulazione impedita, o sensibilmente ridotta che il Comune verificherà previo specifico accertamento sanitario.

Il nuovo contrassegno è strettamente personale e consente varie agevolazioni sia per quanto riguarda la sosta sia per quanto concerne la circolazione.

In merito alla sosta, consente di:

  • usufruire degli spazi riservati (a strisce gialle) contrassegnati da apposita segnaletica
  • sostare nelle zone a disco orario senza limiti di tempo
  • sostare gratuitamente nelle aree a pagamento (strisce blu) nel caso in cui sia espressamente specificato dalla segnaletica verticale in loco oppure qualora risultino già occupati o indisponibili gli stalli riservati agli invalidi.

Per quanto concerne la circolazione sul territorio nazionale, permette di accedere nelle zone a traffico limitato (previa comunicazione targa veicolo qualora la ZTL sia dotata di telecamere per il controllo degli accessi) e nelle aree pedonali urbane, qualora sia autorizzato l'accesso anche ad una sola categoria di veicoli per l'espletamento dei servizi di trasporto di pubblica utilità, senza però recare intralcio.

L'innovazione più rilevante legata al contrassegno "europeo" consiste nel diritto che il titolare ha di usufruire delle facilitazioni di parcheggio previste dallo Stato membro della UE in cui si venisse a trovare.

Ma le novità maggiormente visibili riguardano senz'altro il formato ed il contenuto del nuovo contrassegno: l'attuale simbolo nero della carrozzella, su tagliando arancione, viene sostituito dallo stesso simbolo di colore bianco su sfondo blu, all'interno di un contrassegno rettangolare di colore azzurro chiaro.

I dati del titolare del contrassegno, che prima erano limitati all'apposizione del nome e del cognome, ora vengono ampliati con l'aggiunta della foto e della firma del titolare medesimo. Bisogna però tenere ben presente che questi dati sensibili, tutelati dalla privacy, sono apposti sul retro (verso) del contrassegno e quindi sono sottratti alla vista, all'atto della sua esposizione sul parabrezza anteriore del veicolo. Infatti il contrassegno deve essere esposto in modo tale che sia ben visibile solo il recto (fronte) che contiene il numero di identificazione, la data di scadenza del contrassegno e i dati relativi all'Ente di rilascio.

In Comune di Pavia…

Per ulteriori informazioni consulta il promemoria per il rilascio o rinnovo del permesso e l'informativa pubblicata dall'ASL.

Per il transito dei veicoli in ZTL al servizio di persone disabili, munite di regolare contrassegno, è attivo il numero verde 800896940.

Gli sportelli del Servizio Mobilità si trovano in viale Resistenza n.3 ed osservano il seguente orario di apertura al pubblico:

Da lunedì a venerdì : dalle ore 8:30 alle ore 12:00

SI AVVISA L'UTENZA CHE E' ATTIVO IL SERVIZIO DI PRENOTAZIONE CON SISTEMA TUPASSI PERTANTO SARA' POSSIBILE ACCEDERE AGLI SPORTELLI SOLO FINO AD ESAURIMENTO TICKETS.

Link al sistema di prenotazioni Tupassi - prenotazione on line

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Salute Trasporti
Ultimo aggiornamento: 25/10/2018 16:29.46