Comunicazione di inizio lavori asseverata in edilizia libera (CILA)

L'interessato deve presentare comunicazione di inizio lavori asseverata all'Amministrazione comunale, anche per via telematica, senza dover attendere il rilascio di un titolo abilitativo (Decreto del Presidente della Repubblica 06/06/2001, n. 380, art. 6-bis).

Alla comunicazione devono essere allegati:

  • una relazione tecnica con opportuni elaborati progettuali a firma di tecnico abilitato
  • i dati identificativi dell'impresa incaricata dei lavori (a meno che si tratti di CILA in sanatoria).

La mancata comunicazione asseverata dell’inizio dei lavori comporta una sanzione pecuniaria di 1.000 €. L’importo della sanzione è ridotto di due terzi se la comunicazione è effettuata spontaneamente quando l’intervento è in corso di esecuzione.

Prima della presentazione, l'interessato può chiedere allo sportello unico di acquisire le autorizzazioni preliminari all'intervento edilizio (Decreto del Presidente della Repubblica 06/06/2001, n. 380, art. 23-bis).  In questo caso  si tratta di CILA condizionata, e sarà lo sportello unico a comunicare tempestivamente all'interessato l'acquisizione di tutti gli atti di assenso richiesti.

Se la comunicazione non riguarda opere già realizzate o interventi già iniziati, i lavori dovranno iniziare nel giorno indicato all'interno della modulistica.

In caso di presentazione contestuale della comunicazione e dell'istanza di acquisizione di tutti gli atti di assenso necessari, è possibile dare inizio ai lavori solo dopo la comunicazione da parte dello sportello unico dell'avvenuta acquisizione dei medesimi atti di assenso o dell'esito positivo della conferenza di servizi (Decreto del Presidente della Repubblica 06/06/2001, n. 380, art. 23-bis).

A conclusione dei lavori, può essere presentata la comunicazione di fine lavori.


Pagamenti
La presentazione della pratica non prevede alcun pagamento

Accedere al servizio

Moduli da compilare e documenti da allegare
CILA - Comunicazione inizio lavori asseverata
Ulteriori immobili oggetto del procedimento
Soggetti coinvolti nel procedimento edilizio
Beni paesaggistici, domanda per il rilascio di autorizzazione paesaggistica o accertamento di compatibilità
Tutela beni culturali, domanda di autorizzazione all'esecuzione di opere e lavori su beni culturali
Copia del documento d'identità
Relazione tecnica di asseverazione
Elaborati grafici
Documentazione fotografica a colori
Zona di conservazione “Natura 2000”, domanda per la valutazione d'incidenza (VINCA)
Attestazione del pagamento del contributo di costruzione o monetizzazione (versamento in unica soluzione)
Contributo di costruzione (costo di costruzione, oneri di urbanizzazione, smaltimento rifiuti), documentazione tecnica necessaria al conteggio
Atto di assenso relativo al controllo di prevenzione incendi
Documentazione per altro atto d'assenso, comunicazione, segnalazione, asseverazione o notifica
Documentazione relativa alle barriere architettoniche
Sicurezza degli impianti, progetto degli impianti e relativa documentazione
Relazione sull'isolamento termico dell'edificio ed impianto di riscaldamento
Ricevuta di versamento a titolo di oblazione/sanzione